ottobre
Ottobre, cosa seminare per l’autunno dall’orto al giardino

Per la mia rubrica almanacco mensile, relativa al mese di ottobre, vi suggerisco cosa poter seminare nell’orto e nel giardino autunnale.

Se nel mese di settembre non siete riusciti a seminare i classici ortaggi a radice come carote, barbabietole, rape e ravanelli non preoccupatevi ! Ottobre come settembre è un mese ideale per seminare questi tipi di ortaggi.

Per quanto riguarda gli ortaggi a foglia, aglio e cipolle, ebbene anch’essi si possono seminare ad ottobre assieme a spinaci, insalate, cime di rapa.

Sono ortaggi a ciclo breve che fanno in tempo ancora ad andare in raccolto prima dell’inverno.

Il trapianto, a diversità della semina, consente di introdurre piante già formate, quindi trapiantando ad ottobre, avrete la possibilità di introdurre qualche specie orticola in più.

In questo mese siete ancora in tempo per trapiantare le biete da coste, vari cavoli (cappuccio, cavolo verza), cime di rapa, finocchi e porri invernali.

Se desiderate un orto delle erbe aromatiche, allora questo è il momento giusto per piantare prezzemolo, timo, salvia e menta.

Le erbe aromatiche aggiungeranno sapore e profumo alle vostre pietanze, chi non le usa?

Questo mese è ideale anche se avete un prato da piantare o se desiderate riparare parti danneggiate. Le temperature più fresche e le piogge autunnali aiuteranno l’erba a stabilizzarsi prima dell’inverno.

Per quanto riguarda i fiori ad ottobre si preparano i bulbi che fioriranno in primavera.

I bulbi da fiore sono facili da coltivare, e con un minimo impegno permettono di ottenere bellissime fioriture primaverili ed estive.

Sono fiori che resistono alle temperature rigide e preannunciano l’arrivo della primavera e possono fiorire anche tra la neve.

Anche per questi fiori è importante piantare i bulbi prima delle gelate e saranno fioriti in primavera.

Le campanule crescono bene nelle zone di penombra, e quindi sono adatte per rallegrare i bordi degli alberi.

Il posto ideale per piantare i narcisi è lungo i bordi dei giardini o dell’orto; i gigli invece crescono bene in una posizione semi-soleggiata.

I bulbi di giacinto vanno piantati prima delle gelate e possono essere piantati in vaso o in piena terra e ce ne sono di tante varietà e colori.

Si possono anche conservare i bulbi dell’anno precedente e piantarli nuovamente con l’arrivo dell’autunno.

Per quanto riguarda le fasi lunari quelle di ottobre 2023 sono:

01-13 ottobre: luna calante

14 ottobre: luna nuova

15-27 ottobre: luna in fase calante

28 ottobre: luna piena

29-31 ottobre: luna in fase calante

I segni zodiacali legati a questo mese vi ricordo che sono la Bilancia (dal 24 settembre al 22 ottobre) e lo scorpione (dal 23 ottobre al 22 novembre).

L’elemento della Bilancia è l’aria ed è il segno della giustizia, della ricerca dell’equilibrio, dell’armonia, questò può spingere le persone nate sotto questo segno a fare troppi compromessi.

L’elemento dello scorpione è l’Acqua i segni che appartengono a queto elemento sono conosciuti per essere misteriosi, sensibili ed empatici. Hanno una personalità complessa, fatta di mille sfaccettature.

Per concludere, vi consiglio di consultare il calendario agricolo locale o chiedere consigli al vostro vivaio di fiducia per adattare queste idee di semina alle condizioni specifiche della vostra zona.

Come vi ho accennato nel mio articolo ottobre è bello ma tieni pronto l’ombrello, ci sono 3 giornate dedicate ai nostri amici animali e sono:

9 ottobre

Gli uccelli migratori sono sempre più minacciati dai cambiamenti climatici.

Ogni anno ci sono tantissime iniziative organizzate in tutto il mondo dedicate ai migratori alati, come: mostre, laboratori didattici e uscite di birdwatching.

23 ottobre

Tutti i paesi del mondo sono impegnati più che mai per salvare il leopardo delle nevi, il gattone dagli occhi di ghiaccio in via di estinzione.

Prima di salutarvi vi giro un link di un video creativo su come creare un giardino pensile per le vostre piantine aromatiche; un’idea carina se non avete troppo spazio a disposizione😉 giardino pensile fai da te

Marzo pazzerello guardi il sole e apri l’ombrello

tempo di lettura 4 minuti

Il mese di marzo segna il passaggio dalla stagione invernale a quella primaverile e della rinascita della natura dopo il lungo letargo dell’inverno.

Il suo nome deriva dal Dio romano Marte, Dio della guerra, poiché era proprio nel mese di marzo che in genere, nella storia, iniziavano le guerre.

Equinozio di primavera cade solitamente il 20 o 21 marzo, in questo fenomeno il sole si allinea perpendicolarmente alla linea dell’equatore, facendo in modo che il giorno e la notte abbiano eguale durata. Lo stesso si verifica al 22 o 23 di settembre (equinozio d’autunno).

Osservando il cielo si vede la Via Lattea invernale spostarsi sempre più verso occidente, mentre la comparsa a sud della costellazione del Leone annuncia l’approssimarsi della stagione primaverile.

Il mese marzo non è solamente equinozio di primavera ma presenta altre date che nella storia hanno significato qualcosa e al giorno d’oggi hanno una certa importanza.

Una data importante è indubbiamente l’8 marzo la Festa della Donna!

La sua introduzione, come ricorrenza è nata per dare valore al ruolo della donna e alle sue conquiste sociali.

Un altro importante avvenimento è il 19 marzo la Festa del Papà, associata al giorno di San Giuseppe, padre di Gesù.

Nel mese di marzo ci sono parecchi detti e proverbi popolari legati soprattutto al meteo e alcuni di questi sono:

  • Neve marzolina dalla sera alla mattina.
  • Vento di marzo non termina presto.
  • Marzo asciutto ed aprile bagnato, beato il villano che ha seminato.
  • Marzo ventoso, frutteto maestoso.
  • Chi nel marzo non pota la sua vigna, perde la vendemmia.
  • Pace tra suocera e nuora dura quanto la neve marzola.
  • Marzo cambia sette cappelli al giorno.

Per quanto riguarda le fasi lunari del mese di marzo sono:

01-06 marzo: luna crescente

7 marzo: luna piena

8-21 marzo: luna in fase calante

22 marzo: luna nuova

23-31 marzo: luna in fase crescente

luna

I segni zodiacali che appartengono al mese di marzo sono: i pesci (dal 20 febbraio al 20 marzo) e l’ariete (dal 21 marzo al 20 aprile)

La pietra di nascita del mese di marzo è l’Acquamarina, pietra preziosa connessa al mare. Il suo nome deriva dal latino “acqua marina” che significa appunto “acqua del mare”. I suoi colori variano dal blu chiaro al blu scuro ed il suo corpo brillante ricorda un Oceano dalle acque cristalline.

Su questa pietra sono nati numerosi miti e leggende, una delle più note racconta che i marinai credevano fermamente che le loro anime avrebbero acquisito un coraggio senza eguali, nel momento in cui avessero indossato amuleti di acquamarina. Ma, secondo l’antico “Lapidario nauticum”, soltanto quando vi fosse sopra l’incisione del volto del Dio del mare Poseidone.

Per quanto riguarda le giornate mondiali/internazionali sui miei amici animali vi segnalo:

3 marzo

 Giornata Mondiale della fauna selvatica

L’Assemblea Generale delle Nazioni Unite ha indetto la celebrazione del 3 marzo per sensibilizzare sul Valore Natura, quanto le specie animali e vegetali selvatici contribuiscono allo sviluppo sostenibile e al benessere umano.

La giornata sottolinea anche l’urgenza di combattere i crimini contro la fauna selvatica, a partire dai massacri di elefanti, rinoceronti, tigri ecc.. il commercio illegale di specie selvatiche continua a rappresentare una grave minaccia.

Le creature selvatiche che popolano ancora la Terra portano meraviglia e bellezza nella nostra vita, sono l’essenza vitale di foreste, prati, fiumi e oceani e dai servizi ecosistemici che forniscono dipendono le nostre economie e la nostra società. La fauna selvatica ha bisogno del nostro riconoscimento e della nostra protezione, ha dichiarato Jim Leape , direttore generale di WWF Internazionale.

25 marzo

Earth Hour

Earth Hour (Ora della Terra) è un evento internazionale promosso da WWF 🙂

In tutta Italia, numerosi eventi, iniziative ed attività accompagneranno l’ora di spegnimento. Earth Hour è un evento senza frontiere che unisce le persone di tutto il pianeta per vincere la sfida climatica e celebrare la bellezza del nostro Pianeta. Un invito a riflettere sull’importanza delle nostre scelte per la salvaguardia della natura e la lotta alla crisi climatica.

Il 25 marzo le luci di monumenti, luoghi simbolo, insegne di aziende e attività spegneranno le loro luci dalle 20:30 alle 21:30.

vi lascio il link che promuove questo evento: Earth Hour e Ora della Terra

Prima di salutarvi vi lascio un video con una canzoncina dedicata alla nostra terra!

Ciao, ci sentiamo presto!

it_ITItalian