Le api: insetti vitali per la nostra sopravvivenza

Le api svolgono un ruolo vitale nell’ecosistema perché sono responsabili della maggior parte della pollinazione delle piante. Cercano il nettare dei fiori per nutrirsi e i granuli di polline si attaccano al loro corpo.

Quando le api si spostano da un fiore all’altro, il polline si trasferisce tra i fiori, fertilizzando le cellule riproduttive delle piante e consentendo loro di produrre semi e frutti.

Le api vivono in colonie organizzate con una divisione del lavoro ben definita. Ogni colonia di api è composta da una regina, api operaie e api maschi, chiamati fuchi.

La regina è responsabile della riproduzione, mentre le api operaie svolgono compiti come la raccolta di cibo, la pulizia dell’alveare e la cura delle larve.

Le api operaie raccolgono il nettare dai fiori e lo trasportano all’alveare, dove viene trasformato in miele attraverso un processo di lavorazione all’interno delle loro ghiandole. Il miele viene immagazzinato all’interno dei favi come fonte di cibo per la colonia.

Esistono diverse specie di api, ma le più comuni e conosciute sono le api mellifere (Apis mellifera). Queste api sono sociali, vivono in colonie organizzate e sono comunemente allevate dagli apicoltori per la produzione di miele, cera d’api e altri prodotti.

Come vi ho accennato nel mio articolo maggio, terzo mese della primavera ) il 20 maggio viene celebrata la giornata mondiale delle api ed è un’occasione per aumentare la consapevolezza sull’importanza delle api e promuovere azioni volte alla loro protezione.

Purtroppo, le api affrontano diverse minacce che mettono a rischio la loro sopravvivenza. Tra queste minacce ci sono il cambiamento climatico, l’uso eccessivo di pesticidi, la perdita di habitat a causa della deforestazione e dell’urbanizzazione, le malattie e i parassiti che colpiscono le colonie di api.

La protezione delle api e la promozione di pratiche agricole sostenibili diventano sempre più importanti per preservare gli ecosistemi e garantire la produzione di cibo.

Molte organizzazioni e individui si impegnano attivamente nella protezione delle api, promuovendo l’adozione di politiche agricole più sostenibili, la riduzione dell’uso di pesticidi nocivi, la creazione di habitat per le api e la sensibilizzazione sull’importanza delle api per la nostra sopravvivenza.

Prima di salutarvi vi ricordo che per chi volesse dare il proprio sostegno in difesa della biodiversità e salvare le api sono disponibili due link: Adotta un ApeSalviamo le api.

Ciao, ci sentiamo presto!

Maggio, terzo mese della stagione primaverile

Per la mia rubrica Almanacco mensile, oggi vi racconto qualche curiosità sul quinto mese dell’anno: maggio.

Con i suoi 31 giorni, maggio è il terzo mese della stagione primaverile, dal completo risveglio della natura alla crescente esposizione della luce solare, di conseguenza, le giornate si allungano e il clima è decisamente più mite.

Per il mese di maggio le fasi lunari del mese sono:

01-04 maggio: luna crescente

5 maggio: luna piena

6-18 maggio: luna in fase calante

19 maggio: luna nuova

20-31 maggio: luna in fase crescente

I segni zodiacali che appartengono al mese di maggio sono: toro (dal 21 aprile al 20 maggio) e gemelli (21 maggio – 21 giugno).

La pietra portafortuna del mese di maggio è lo Smeraldo. Lo Smeraldo è conosciuto anche con il nome di “fuoco verde del mondo delle gemme”.

Il colore di questa pietra preziosa nasce dalla combinazione di Cromo, Vanadio e Ferro. A seconda della quantità di questi elementi nel cristallo si avranno ineguagliabili verdi che rendono lo Smeraldo una gemma indimenticabile.

Per quanto riguarda le giornate mondiali/internazionali sui miei amici animali vi segnalo:

20 maggio

Giornata mondiale delle Api 

Le api, insetti preziosi e fondamentali per la nostra sopravvivenza sulla Terra ma gravemente minacciati dai pesticidi, dai cambiamenti climatici, dall’inquinamento e dalla perdita di habitat.

Sono vitali per la conservazione dell’equilibrio ecologico e della biodiversità in natura.

23 maggio

Giornata mondiale delle Tartarughe

Lo scopo dell’iniziativa per la salvaguardia di questa creatura più antica del mondo è quello di sensibilizzare l’opinione pubblica sulle condizioni e i rischi per questa specie, oltre a promuovere attività di salvaguardia e protezione di questi animali in tutto il mondo.

Prima di salutarvi vi lascio un link di una simpatica canzoncina sulle api: ape zuccherina e un video di una vecchia canzone sulla tartaruga che mia nonna faceva asconltare a mia mamma quando era piccola 😊

Ciao, ci sentiamo presto!

it_ITItalian