frogs, to travel, travel-1674110.jpg
Top 5 destinazioni da sogno per l’estate 2024

Hey ragazzi! Oggi per la mia rubrica “il mondo nel mio trolley “vi porto in giro per 5 destinazioni davvero fantastiche per l’estate 2024!

Sono luoghi magici pieni di avventure e paesaggi stupendi che ti faranno sognare ad occhi aperti.

Siete pronti? Allora mettetevi comodi e partiamo insieme per un viaggio emozionante! 🌴🌊

Tokyo è una delle destinazioni più quotate per il 2024, famosa per la sua combinazione unica di modernità e tradizione.
Qui puoi esplorare i templi antichi, come il Senso-ji, e vivere l’energia vibrante dei quartieri come Shibuya e Shinjuku. Tokyo è anche un paradiso per gli amanti del cibo, con sushi, ramen e dolci tradizionali.

  • Visita il Tempio Senso-ji
    Situato nel quartiere Asakusa, il Senso-ji è il tempio più antico di Tokyo e un luogo di culto molto frequentato.
    Passeggia per Nakamise-dori, una strada piena di negozietti di souvenir e snack tradizionali.
  • Esplora Shibuya e Shinjuku
    Questi quartieri sono il cuore pulsante della città. A Shibuya, attraversa l’incrocio più trafficato del mondo e visita la statua di Hachiko. A Shinjuku, scopri i grattacieli e i vivaci locali notturni.
  • Goditi la Cucina Locale
    Tokyo è famosa per la sua eccellente cucina. Prova il sushi nei tradizionali ristoranti di sushi, assapora un autentico ramen in una delle tante ramen-ya e non dimenticare di provare i dolci come i mochi e i dorayaki.
  • Tecnologia Avanzata:
    Tokyo è una delle città più avanzate tecnologicamente al mondo. Akihabara è il quartiere dedicato all’elettronica e alla cultura otaku, con negozi di gadget futuristici e anime.
  • Cultura Pop
    Harajuku è il centro della moda giovanile e della cultura pop giapponese. Qui puoi vedere giovani vestiti con stili unici e visitare il famoso Takeshita Street.
  • Architettura Straordinaria
    Tokyo Tower e il Tokyo Skytree offrono viste panoramiche mozzafiato della città. Il design moderno di edifici come il Mode Gakuen Cocoon Tower è un’attrazione in sé.

Santorini è un’isola magica situata nel Mar Egeo, famosa per le sue case bianche con tetti blu che si affacciano su un mare cristallino.
Questo incantevole luogo è il risultato di un’antica eruzione vulcanica, che ha creato una caldera spettacolare.

  • Esplorare i Villaggi Pittoreschi
    Oia e Fira sono i villaggi più famosi. Passeggia per le loro strette stradine, scopri boutique artigianali e fermati a sorseggiare un caffè greco in una delle tante taverne con vista mare.
  • Ammirare Tramonti Mozzafiato
    Il tramonto a Oia è un’esperienza indimenticabile. Il cielo si tinge di arancione e rosa, creando uno spettacolo naturale che attira visitatori da tutto il mondo.
  • Assaggiare il Gelato al Mastice
    Questo delizioso gelato, fatto con una resina aromatica ottenuta dal lentisco, è una prelibatezza locale da non perdere.
  • Il Vulcano Attivo
    Santorini ospita un vulcano ancora attivo. Puoi fare un’escursione in barca fino alla caldera e camminare sui suoi terreni vulcanici.
  • Le Spiagge dai Colori Unici
    L’isola ha spiagge con sabbia nera, rossa e bianca, grazie alla sua storia vulcanica. La Red Beach, in particolare, è famosa per le sue scogliere di lava rossa.
  • Le Case nelle Grotte
    Molte delle case di Santorini sono costruite nelle grotte, un metodo tradizionale che aiuta a mantenere le abitazioni fresche durante l’estate.

Sydney si distingue per le sue splendide spiagge e l’iconica Opera House. Nel 2024, la città è particolarmente interessante per le attività all’aperto come escursioni sulla Sydney Harbour Bridge e visite al Taronga Zoo.

  • Sydney Opera House: È un edificio strano che sembra una grande conchiglia. Dentro ci sono spettacoli di teatro e musica.
  • Spiaggia di Bondi: È una spiaggia super cool dove puoi imparare a fare surf e costruire castelli di sabbia.
  • Darling Harbour: Ci sono acquari e musei divertenti da visitare e spesso ci sono fuochi d’artificio la sera!
  • Taronga Zoo: È come una grande avventura nella giungla, puoi vedere koala, canguri e tanti altri animali esotici.
  • Kangaroo Crossing: A volte puoi vedere i canguri girare per le strade!
  • Barbecue sulla spiaggia: Le famiglie australiane amano fare barbecue sulla spiaggia e mangiare all’aria aperta.
  • Vegemite: È una specie di crema marrone che gli australiani mettono sul pane. È un po’ strano, ma alcuni lo amano!

Barcellona è sempre una scelta eccellente, con le sue opere d’arte di Gaudí come la Sagrada Familia e il Parco Güell. La città offre anche una vivace vita notturna e una ricca cucina mediterranea.

  • Sagrada Familia
    È come un castello magico con tante statue strane. Dentro è pieno di colori e luci!
  • Parc Güell
    È come un parco delle favole, con un drago gigante e sedie colorate fatte di mosaico.
  • Rambla
    È una strada super larga piena di negozi, artisti di strada e gelaterie buonissime!
  • Tapas Night
    Puoi andare in un bar e provare tante piccole porzioni di cibo diverso, come patate bravas e polpette di carne.
  • La Fontana Magica
    Di notte c’è uno spettacolo di luci e musica davanti a una grande fontana, sembra un sogno!
  • Casa Batlló
    E’ un edificio con il tetto ondulato e le finestre colorate, sembra una casa delle bambole!
  • Gelato al cioccolato con churros
    E’ una delizia spagnola! Puoi immergere i churros nel cioccolato caldo, è fantastico!

La Costiera Amalfitana è una delle mete più ambite per l’estate 2024. Con i suoi panorami mozzafiato, le città colorate e le spiagge incantevoli, è un vero paradiso.

  • Positano
    Un villaggio bellissimo con case colorate che scendono fino al mare. Puoi fare shopping nei negozietti e goderti la spiaggia.
  • Amalfi
    Famosa per la sua cattedrale e il suo limoncello. Non dimenticare di fare un giro in barca!
  • Ravello
    Un piccolo paese in collina con giardini meravigliosi e viste spettacolari sul mare.
  • Spiagge
    Ci sono spiagge meravigliose come quella di Marina di Praia e la spiaggia di Atrani dove puoi rilassarti e fare il bagno in acque cristalline.
  • Strada Statale 163
    Conosciuta come la “Divina Costiera”, questa strada panoramica offre vedute spettacolari di scogliere e mare.
  • Ceramiche di Vietri
    Vietri sul Mare è famosa per le sue ceramiche colorate, un souvenir perfetto da portare a casa.
  • Sentiero degli Dei
    Un’escursione incredibile con viste mozzafiato che collega Bomerano a Nocelle, sopra Positano.

Queste cinque mete offrono esperienze indimenticabili e paesaggi da sogno per l’estate 2024.

Tokyo e la sua miscela di modernità e tradizione, Sydney con le sue spiagge e l’Opera House, Barcellona con l’arte di Gaudí, e la Costiera Amalfitana con la sua bellezza mozzafiato e il fascino italiano. Preparati a vivere avventure uniche e a scoprire posti nuovi e affascinanti!

Quale vi ispira di più? Fatemi sapere nei commenti e preparatevi a partire per un’avventura indimenticabile! 🌍✈️💕

Allora, quale di queste destinazioni ti piacerebbe visitare di più? Scrivilo nei commenti qui sotto! 🌍✈️😊

Se siete curiosi di vedere quali sono le spiagge più belle del mondo, date un’occhiata a questo video super cool che ho trovato sul web: Le Spiagge più Belle del Mondo! 🌴🏖️

Ciao, ci sentiamo presto amici viaggiatori

Marafa Canyon
Marafa Canyon, un tripudio di colori e paesaggi mozzafiato

Per la mia rubrica “Il Mondo nel Mio Trolley“, vi porto in un affascinante viaggio virtuale in Kenya al Marafa Canyon! È come un dipinto vivente, pieno di colori brillanti e di vita selvaggia!

Non ho mai avuto l’opportunità di visitarlo di persona, ma mia mamma sì, e mi ha narrato delle incredibili avventure che ha vissuto là.
Mi ha raccontato che i colori del canyon sono così meravigliosi che sembrano dipinti da una mano magica! E le scimmie! Ah, sono così vivaci e dispettose! Le foto che condivido mostrano lei in questo luogo magico, circondata dai colori spettacolari e dalle buffe scimmie.

Non vedo l’ora di visitare presto il Marafa Canyon e di vedere con i miei occhi tutte le sue meraviglie, che ora vi racconterò nel mio articolo! 🌍✈️

Marafa Canyon, si trova nella regione di Malindi, lungo la costa nord-orientale del Kenya, nell’Africa orientale.

Situato a circa 30 chilometri a nord di Malindi, questo straordinario canyon è facilmente accessibile dalla città e rappresenta una delle principali attrazioni naturali della zona.
La strada per raggiungere il canyon attraversa paesaggi suggestivi e villaggi rurali, offrendo agli esploratori un’esperienza autentica e memorabile lungo il percorso.

Una volta arrivati alla zona di Marafa, ci si può avventurare a piedi nel canyon, esplorando le sue formazioni rocciose uniche e godendosi le splendide viste panoramiche che offre.

La bellezza dei colori del Marafa Canyon è davvero mozzafiato. Le sfumature di rosso, arancione e giallo si intrecciano tra loro creando una tavolozza vibrante e vivace che sembra dipinta da un artista eccezionale. Ogni angolo del canyon offre una nuova combinazione di colori, regalando un’esperienza visiva unica ad ogni passo.

Ma è al tramonto che il canyon rivela la sua magia più intensa. Mentre il sole scende lentamente all’orizzonte, il cielo si trasforma in una tavolozza di tonalità calde e avvolgenti.
Il rosa delicato si mescola con il viola profondo, creando un’atmosfera magica e surreale che avvolge tutto il paesaggio.
È come se il cielo stesso si fosse trasformato in un dipinto impressionista, regalando agli osservatori uno spettacolo indimenticabile e incantato.

In questo momento magico, ci si sente immersi in un mondo di bellezza e meraviglia, dove il tempo sembra fermarsi e ogni preoccupazione svanire.

È un’esperienza che va oltre le parole, un momento di pura meraviglia che rimane impresso nella memoria per sempre.
E così, il Marafa Canyon continua a incantare e stupire con la sua bellezza senza tempo, regalando emozioni indimenticabili a chiunque abbia la fortuna di esplorarlo. 🌄✨

Ma non è solo la bellezza che rende questo posto speciale. C’è anche una flora e fauna incredibile da scoprire!

Ci sono alberi straordinari che sembra quasi impossibile che riescano a crescere in un ambiente così particolare e suggestivo, e fiori colorati che profumano l’aria.
La vegetazione circostante, invece, è quasi una foresta che si alterna con le pareti verticali delle rocce e il blu intenso del cielo.

E non dimentichiamoci degli animali! Ci sono scimmie allegre che saltellano tra gli alberi e uccelli che cantano canzoni dolci. Oh, e ho sentito dire che ci sono anche piccole antilopi che si nascondono tra le rocce!

Il Marafa Canyon è conosciuto anche come “Hell’s Kitchen”! Questo nome è davvero interessante, perché ha un significato molto particolare. “Hell’s Kitchen” è un’espressione inglese che significa “la cucina dell’inferno”.

Si narra che molto tempo fa, durante un periodo di siccità, il canyon fosse considerato un luogo disperato e inospitale, dove il calore del sole era così intenso da far sembrare la zona come l’inferno stesso.
Questa reputazione, unita alla sua conformazione geologica unica, ha portato alla denominazione “Hell’s Kitchen”.

Quindi, quando sentiamo parlare del Marafa Canyon come “Hell’s Kitchen”, sappiamo che ciò fa riferimento alla sua fama di essere un luogo estremamente caldo e ostile, almeno secondo le antiche leggende! 🏜️🔥

Oltre alla curiosità sul soprannome “Hell’s Kitchen”, c’è una leggenda legata al Marafa Canyon.
La leggenda narra che un tempo fosse una terra verde e fertile; in questo paradiso abitava una famiglia incredibilmente ricca, grazie al loro vasto gregge di mucche.
Erano così ricchi che potevano permettersi di fare il bagno e di lavare i vestiti con il latte, un bene estremamente prezioso in Africa, dove persino l’acqua è scarsa.
Ma un giorno, Dio si adirò per lo spreco e fece sprofondare la famiglia e il loro bestiame nella gola, formando il canyon.
Un’altra versione dice che l’intera comunità di Marafa meritava l’ira divina per i suoi sprechi e fu sommersa da una grande alluvione. creando il canyon dalle acque che spazzarono via tutto.

E tu, hai mai visitato un posto così straordinario? Raccontami la tua avventura nei commenti! Non vedo l’ora di sentire tutte le tue storie! 🎒✨

Cercate un’esperienza indimenticabile al Marafa Canyon?

Vi chiedete come rendere la vostra visita ancora più speciale?

Io vi consiglio di rivolgervi al nostro amico Daniel, una guida locale gentile e affidabile.
Con la sua passione e competenza, trasforma ogni escursione in un’avventura che rimarrà nel cuore per sempre.
Vi lascio il link del suo sito, Daniel Adventures Kenya se non riuscite a contattarlo non esitate a lasciare un commento qui sotto e vi metterò in contatto con lui.
Tra l’altro Daniel sta aggiornando il suo sito web, vi consiglio vivamente di curiosare sul suo sito per scoprire tutte le nuove e spettacolari novità che ha in serbo per voi che desiderate vivere un’indimenticabile vacanza in Kenya, quindi, non perdete tempo è l’occasione perfetta per organizzare la vostra avventura nel cuore del canyon e nei luoghi indimenticabili del Kenya! 🏞️

Un’ultima nota interessante prima di concludere e salutarvi😊, guardate il braccio di mia mamma e del nostro amico Daniel, entrambi impreziositi con i vibranti colori del Marafa Canyon.
Qui, la terra stessa dipinge la pelle con la sua bellezza naturale, creando un trucco artigianale che riflette la ricchezza e la vivacità di questo luogo incantevole.

E ora i saluti, cari lettori viaggiatori e sognatori! A presto con una nuova avventura nel mondo nel mio trolley, buona esplorazione virtuale!

Aruba
Aruba, l’isola felice del mar dei caraibi

Nella mia rubrica “Il Mondo nel Mio Trolley“, vi porterò in un viaggio emozionante verso un luogo da sogno che ho sempre desiderato visitare: Aruba!

Questo piccolo pezzo di paradiso nel Mar dei Caraibi è chiamato l’Isola Felice per una ragione molto speciale: qui, il sole splende sempre, il mare è caldo e accogliente, e l’atmosfera è sempre allegra e festosa!

Aruba è un’isola che si trova nell’arcipelago delle Piccole Antille, proprio lì nel bel mezzo del Mar dei Caraibi.

Ma guarda un po’ che delizie si possono assaggiare qui ad Aruba! Ci sono piatti unici come il “pasta di maïs”, una squisita torta di mais, e il “pescado fritto”, un irresistibile pesce fritto!
Ma sai cosa mi fa venire l’acquolina in bocca? Il “funchi”, una sorta di polenta preparata con la farina di mais. È davvero un’esplosione di sapori! 🤤”

Ma non è finita qui con le prelibatezze di Aruba!

Ci sono anche altri piatti deliziosi da assaggiare, come l'”ayaca”, un piatto tradizionale a base di carne, uova, olive, e uvetta avvolto in foglie di banana e cotto a vapore, oppure il “keshi yena”, un formaggio ripieno di carne, peperoni, e spezie, che è un’autentica delizia per il palato! Aruba è davvero una terra di sapori da esplorare senza freni!”

Ma oltre ai piatti succulenti, Aruba offre anche frutti tropicali deliziosi! Potete gustare la freschezza dolce dell’ananas, la morbidezza cremosa dell’avocado e la vivacità succosa delle guayaba, un frutto tropicale simile alla guava.

Con tutti questi sapori deliziosi, Aruba vi conquisterà anche attraverso il palato!”

Sai una cosa divertente su Aruba? Qui c’è un albero chiamato “albero divi-divi” che cresce tutto storto a causa dei venti forti che soffiano sull’isola! E c’è anche una roccia gigante chiamata “Ayo Rock” che sembra un’enorme pietra da scalare, è così avventurosa!

L’albero Divi-Divi (Caesalpinia coriaria) è un’icona dell’isola di Aruba. È facilmente riconoscibile per la sua caratteristica forma inclinata, causata dai venti costanti che soffiano sull’isola.
Questi alberi sono spesso fotografati e rappresentano un simbolo distintivo di Aruba.

Nonostante la loro posa inclinata, gli alberi Divi-Divi sono incredibilmente resistenti e prosperano in condizioni ambientali difficili.

Ayo Rock è una formazione rocciosa naturale situata nell’interno di Aruba. È costituita da grandi massi di roccia vulcanica, che si ergono in modo impressionante dalla pianura circostante.
Questa roccia è stata formata da processi geologici naturali e presenta interessanti formazioni e crepe che la rendono ideale per gli escursionisti e gli amanti dell’avventura.

Salire su Ayo Rock offre una vista spettacolare sull’isola e sul mare circostante, rendendo l’esperienza unica e indimenticabile per i visitatori di Aruba.

Aruba ospita una vasta gamma di flora e fauna che contribuiscono alla sua bellezza unica.

Tra le piante più caratteristiche dell’isola ci sono i cactus, che punteggiano il paesaggio in modo sorprendente.
Alcuni di questi cactus sono così alti da sembrare grattacieli naturali, offrendo uno spettacolo mozzafiato contro il cielo azzurro dei Caraibi.

Quanto agli animali, Aruba è la casa di una varietà di creature affascinanti. Le iguane colorate sono tra gli abitanti più iconici dell’isola, spesso avvistate mentre si arrampicano sugli alberi o prendono il sole sulle rocce.
Questi rettili sono una presenza comune e aggiungono un tocco di esotismo al paesaggio.

Ma non sono solo le iguane a popolare l’isola; ci sono anche i geki, piccoli e agili rettili che si nascondono tra i cespugli e gli arbusti.

I geki sono spesso avvistati durante le escursioni sull’isola, e la loro presenza contribuisce al fascino naturale di Aruba.

E che dire dei fenicotteri rosa ad Aruba?

Sorprendentemente, non si trovano nelle lagune costiere, ma su Renaissance Island: un’isola artificiale privata di proprietà del Renaissance Aruba Resort & Casino.
Su questa meravigliosa isola sorge la Flamingo Beach, una spiaggia esclusiva per adulti, abitata da numerosi fenicotteri rosa.

In sintesi, la flora e la fauna di Aruba sono un tesoro da scoprire, aggiungendo ulteriore fascino e meraviglia a questa destinazione caraibica.

Il mare che circonda Aruba è tanto invitante quanto affascinante. Le sue acque cristalline e calme offrono una vasta gamma di attività acquatiche, dal nuoto e lo snorkeling alla vela e al kayak.

Le spiagge di sabbia bianca si estendono per chilometri lungo la costa, invitando i visitatori a rilassarsi e godersi il suono delle onde che si infrangono sulla riva.

Ma non sono solo i turisti a godere delle acque di Aruba; la popolazione locale è profondamente legata al mare.
La pesca è una parte importante della vita e dell’economia dell’isola, con pescatori che esplorano le acque circostanti per catturare una varietà di prelibatezze marine.
Il mare fornisce anche una fonte di sostentamento per molti abitanti di Aruba, che si affidano alla sua generosità per il loro sostentamento e il loro benessere.

Oltre alla pesca, il mare svolge un ruolo importante nella cultura e nelle tradizioni di Aruba. Le feste e le celebrazioni spesso ruotano attorno al mare, con eventi come regate e festival del pesce che richiamano sia i locali che i visitatori.
Il mare è un elemento fondamentale dell’identità di Aruba e contribuisce in modo significativo alla sua ricca e vibrante cultura.

In conclusione, il mare e la popolazione di Aruba sono strettamente interconnessi, con entrambi che giocano un ruolo vitale nella vita quotidiana e nel carattere unico dell’isola.

Se volete immergervi completamente nell’incantevole bellezza di Aruba e scoprire tutti i luoghi da visitare, le attività da svolgere e le escursioni da non perdere, non perdete l’occasione di guardare questi due video che ho trovato sul web: Aruba, l’isola felice_KilimangiaroAruba l’isola del mar dei caraibi

Cosa vi ha emozionato di più di Aruba? Avete mai avuto il privilegio di esplorare questa meravigliosa isola paradisiaca o avete sognato di farlo?
Condividete con me le vostre esperienze e sogni, sono qui per ascoltarvi e condividere insieme la magia di Aruba!

Grazie mille per avermi accompagnato in questo viaggio virtuale ad Aruba! Spero che le informazioni e le curiosità condivise vi abbiano ispirato a esplorare questo meraviglioso angolo dei Caraibi.

Se avete domande o volete condividere le vostre esperienze, non esitate a lasciare un commento qui sotto.

Étroubles
Étroubles: borgo fiabesco nel cuore delle alpi

Oggi, per la mia rubrica “Il Mondo nel Mio Trolley“, vi racconto qualcosa su Étroubles uno dei borghi più affascinanti della Valle d’Aosta. Questo incantevole borgo è ricco di storia, cultura e bellezze naturali che vi lasceranno senza fiato.

Questo incantevole villaggio si trova nella bellissima Vallata del Gran San Bernardo, nella regione alpina della Valle d’Aosta, nel nord-ovest dell’Italia.

Posizionato a un’altitudine di circa 1.270 metri sul livello del mare, Étroubles si distingue per la sua posizione incantevole, circondato da maestose montagne e paesaggi mozzafiato, entrando di diritto a far parte dei borghi più belli d’Italia.

Ma c’è qualcosa di ancora più speciale riguardo a Étroubles, è un luogo caro al cuore della mia famiglia, in particolare di mia mamma. Lei ha trascorso momenti preziosi qui, ed è per questo che Étroubles è così importante per noi.
Ogni volta che parliamo di questo posto, nei suoi occhi si accende una scintilla di affetto e nostalgia.

Sono così emozionata di condividere con voi tutto quello che ho imparato su questo luogo incantevole. Continuate a leggere per scoprire di più su Étroubles e perché è così speciale per me e per la mia famiglia!

Étroubles non è solo un semplice villaggio, è un vero e proprio scrigno di storia e tradizione che risale a più di 2000 anni fa. Sì, avete letto bene, più di due millenni di storia si celano dietro le sue antiche mura di pietra e le sue strade acciottolate.
È davvero incredibile pensare a quante generazioni abbiano vissuto e camminato attraverso i vicoli di questo affascinante borgo nel corso dei secoli!

La Valle del Gran San Bernardo è rinomata per la sua bellezza mozzafiato, caratterizzata da vette imponenti, laghi cristallini e boschi lussureggianti.
È un luogo in cui la natura regna sovrana, regalando panorami che tolgono il fiato ad ogni angolo.

Sul colle del Gran San Bernardo, accessibile solo durante i mesi estivi prima che il passo venga chiuso a causa delle abbondanti nevicate, al confine tra Italia e Svizzera, è possibile ammirare i maestosi cani San Bernardo, simbolo di questa meravigliosa regione alpina. 🏔️🐾

Immaginatevi di camminare per le strette stradine di Étroubles, piene di grossi ciottoli e casette con balconi fioriti circondati dalle antiche case di pietra che raccontano storie secolari.

L’atmosfera qui è magica, come se il tempo si fosse fermato e vi trovaste in un’altra epoca.

Ma Étroubles non è solo un villaggio carino, ha anche un sacco di storie interessanti da raccontare! C’è una chiesa davvero vecchia, chiamata chiesa parrocchiale, che è stata costruita nel 1815 su un promontorio che si chiama La Tour.
C’era anche una torre vecchia, ma ora è scomparsa e al suo posto c’è questa chiesa!

Sapete che le pietre della torre sono state usate per costruire la chiesa? È così cool!

Ma non finisce qui! Lungo la strada che va da Étroubles alla frazione Vachéry, c’è la prima latteria di tutta la Valle d’Aosta, che è stata costruita nel 1853.
E a Vachéry, c’è una torre davvero antica chiamata “Tour de la Vachère” che è stata costruita nel dodicesimo secolo. Wow!

E aspettate, c’è ancora di più! A Eternod, che è una parte di Etroubles, c’è l’ultimo forno antico usato per fare il pane nero, specialmente in occasioni speciali.
È così bello vedere come le cose vecchie possano essere ancora così importanti!

Nelle pittoresche stradine del paese di Étroubles, oltre alla bellezza naturale circostante, è possibile incontrare affascinanti fontanili che aggiungono un tocco di fascino e freschezza al paesaggio urbano.

Questi antichi fontanili sono testimoni del passato storico del villaggio e rappresentano un importante elemento della sua identità.

Lungo questi vicoli acciottolati, è possibile ammirare sculture in legno, opere di ferro battuto e quadri esposti o disegnati sui muri, che riflettono la maestria e la creatività di artisti di fama internazionale.

Questo museo a cielo aperto, sia tradizionali che contemporanee, sono vere e proprie testimonianze della ricchezza culturale della comunità locale, trasmettendo un senso di autenticità e appartenenza al patrimonio artistico di Étroubles. 🏞️🎨

Quando visiti Étroubles, ti sentirai come se fossi entrato in un libro di fiabe! La natura qui è così bella e diversificata. Ci sono montagne coperte di alberi verdi e prati fioriti che sembrano dipinti da un artista.

La flora è ricca e variegata. Puoi trovare bellissimi fiori come le stelle alpine e le genziane che colorano i sentieri. E non dimentichiamoci degli alberi maestosi come i larici e i pini che dominano il paesaggio.

Per quanto riguarda la fauna, potresti imbatterti in simpatici scoiattoli che saltellano tra gli alberi o avvistare maestosi camosci che si arrampicano sulle rocce.
Non dimenticare di guardare in alto per osservare gli uccelli che volano nel cielo azzurro!

Se vieni a Étroubles d’inverno, non preoccuparti, perché c’è un sacco di divertimento anche quando tutto è coperto di neve! Anche se Étroubles non ha piste da sci proprie, è vicino a stazioni sciistiche fantastiche come la Thuile, Courmayeur e Pila.
Queste stazioni offrono una vasta gamma di piste adatte a tutti i livelli di abilità, dai principianti agli esperti.

Inoltre, proprio nella vallata del Grande San Bernardo, troverete la stazione sciistica di Crevacol.
Crevacol è una delle stazioni sciistiche più popolari nella Valle del Gran San Bernardo e offre una varietà di piste adatte a tutti i livelli di abilità.
Con il suo ambiente montano incantevole e le viste mozzafiato sulle Alpi, Crevacol è il luogo perfetto per godersi una giornata sulla neve in compagnia della famiglia o degli amici.

Quindi preparatevi per un’avventura invernale!

Ma non è tutto! Sai che da Étroubles partono anche le piste per lo sci di fondo? Sono lunghe circa 18 chilometri e vanno da Étroubles fino ai comuni di Saint-Oyen e Saint-Rhémy-en-Bosses. È così divertente sciare in mezzo alla neve e vedere paesaggi così belli!

E in estate, le valli intorno a Étroubles sono perfette per fare trekking! Ci sono percorsi per tutti i livelli di preparazione atletica; quindi, puoi esplorare la natura e vedere paesaggi fantastici.

Che bello, vero? È proprio un posto speciale dove puoi divertirti tutto l’anno! 🌞🏞️

Ehi ragazzi! Volevo aggiungere altre cose fantastiche su Étroubles! In agosto c’è una festa chiamata La Veillà, dove si rivivono i vecchi mestieri come la battitura del grano e la tosatura delle pecore.

È davvero divertente vedere come si facevano queste cose una volta, e ci sono anche musica tradizionale, vini locali e cibo delizioso! È una festa così divertente!

Ma aspetta, c’è di più! A luglio, c’è una cosa davvero strana che succede.
Le mucche di razza pezzata nera si sfidano per diventare la regina delle mucche nella Bataille des Reines! Si affrontano a colpi di corna per vedere chi è la più forte e la più regale. È davvero strano e divertente da vedere!

Inoltre, durante il carnevale di Étroubles, le strade si animano con colorate sfilate, maschere allegre e festeggiamenti che coinvolgono tutta la comunità.
È un momento di gioia e spensieratezza, dove le tradizioni si mescolano con la creatività e l’allegria. Un’esperienza indimenticabile da vivere tra le vie di questo incantevole borgo alpino! 🎭🎉
Se vuoi dare un’occhiata alle maschere del carnevale di Étroubles, clicca qui: Carnevale di Étroubles

Étroubles è davvero un posto speciale dove puoi divertirti tutto l’anno e imparare tante cose nuove! 🐮🎉

Oltre a godere della natura e della storia, ci sono tante altre cose da fare ad Étroubles! Puoi visitare il Museo Etnografico e scoprire di più sulla vita tradizionale in Valle d’Aosta. Oppure puoi fare escursioni nei dintorni e goderti panorami mozzafiato.

Non dimenticare di assaggiare la deliziosa cucina locale, vi aspetta un tripudio di sapori deliziosi! Uno dei piatti più famosi qui è la fontina, un formaggio delizioso che fa impazzire le papille gustative!
La fontina d’alpeggio Dop di Étroubles è prodotta con latte fresco di mucche allevate nei pascoli della zona, quindi è davvero speciale e saporita.

Ma sapete qual è un altro cibo tipico del posto? Il pane nero! Era la base dell’alimentazione delle famiglie contadine e ancora oggi è sfornato con tanto orgoglio. Si cuoce nel forno a legna comunitario una volta l’anno a novembre, e poi si lascia essiccare sulle rastrelliere.

E non finisce qui! Ci sono tanti altri piatti succulenti da provare a Étroubles.
C’è una zuppa deliziosa fatta con fontina e pane, ma anche tanti altri piatti tradizionali valdostani che vi faranno venire l’acquolina in bocca! Carne saporita, formaggi deliziosi, fonduta valdostana e tanto altro ancora!

Insomma, a Étroubles troverete di tutto per soddisfare i vostri gusti e le vostre voglie culinarie. Quindi assaggiate tutto quello che potete e godetevi un’esperienza gastronomica indimenticabile! 🧀🍞🍲

Se volete immergervi completamente nella bellezza di Étroubles, vi invito a guardare questo video straordinario che ho trovato online! Vi farà venire voglia di partire subito per questa avventura: Étroubles, un borgo fiabesco tra le alpi

Ora voglio sapere cosa pensate voi! Cosa vi affascina di più di Étroubles? È la sua natura mozzafiato, la sua storia affascinante o forse qualcos’altro? Scrivete le vostre risposte nei commenti!

Insomma, Étroubles è un vero gioiello nascosto che merita assolutamente di essere scoperto. Spero che questo articolo vi abbia fatto venire voglia di visitare questo posto magico!

Grazie per avermi letto e non dimenticate di condividere le vostre esperienze e impressioni su Etroubles nei commenti!

Rio Celeste
Rio Celeste: un’avventura magica in Costa Rica

Oggi per la mia rubrica il mondo nel mio trolley vi porterò oltre oceano, al Rio Celeste, in un’avventura incredibile tra le meraviglie della natura e le leggende che circondano questo luogo magico.

Ho avuto la fortuna di esplorare la Costa Rica all’età di sei anni: è stato il mio primo viaggio in una terra così lontana, un’avventura che ha illuminato i miei occhi da bambina di meraviglia e che ha aperto le porte a mondi nuovi e affascinanti. 🌍

Tra le tante meraviglie che ho avuto la fortuna di esplorare in Costa Rica, il Rio Celeste con il suo colore incredibile e le sue leggende avvolgenti ha lasciato un’impronta indelebile nella mia memoria, incorniciando quel viaggio con un tocco di magia e mistero.

Il Rio Celeste si trova nel cuore della Costa Rica, precisamente nel Parco Nazionale Tenorio, nella regione settentrionale del paese.

Questo parco è un vero gioiello naturale, con una ricca biodiversità e paesaggi mozzafiato che lasciano senza fiato. Lungo il sentiero che conduce al Rio Celeste, è possibile immergersi nella natura incontaminata e ammirare la sua variegata fauna e flora.

Giungendo alla sua cascata, ci si trova di fronte a uno spettacolo stupefacente: un velo d’acqua che si tuffa in una piscina naturale dai colori turchesi, creando un contrasto irresistibile con il verde lussureggiante della foresta circostante.

La cascata del Rio Celeste è un punto focale di questo paradiso tropicale, un luogo magico che incanta i visitatori con la sua bellezza mozzafiato e la sua atmosfera incantata.

Ma la vera star di questa avventura è senza dubbio il Rio Celeste stesso. Il suo nome, che significa “fiume celeste”, deriva dal colore incredibilmente vivido delle sue acque.
Qui, di fronte ai nostri occhi, si apre uno spettacolo naturale unico al mondo: un fiume di un blu intenso, così incredibilmente bello da sembrare dipinto da una mano magica.

Immaginatevi immersi in una foresta pluviale tropicale, con alberi così alti che sembrano toccare il cielo e una vegetazione così lussureggiante da sembrare uscita direttamente da una favola.

Qui si trovano alberi di ogni forma e dimensione, orchidee selvatiche dai colori vivaci e felci giganti che sembrano custodi di antichi segreti.

Mentre viaggiamo lungo il sentiero che porta al Rio Celeste, non possiamo fare a meno di incontrare alcuni degli abitanti più affascinanti della foresta pluviale.

Tra gli alberi si possono scorgere scimmie urlatrici, che si divertono a saltare di ramo in ramo, mentre colorati uccelli tropicali come il tucano e il colibrì volano sopra di noi, regalandoci uno spettacolo indimenticabile.

Io ho avuto la fortuna di vedere anche il coati, con la sua curiosità contagiosa mentre esplorava l’ambiente circostante.

Questi piccoli mammiferi dal musetto affusolato e dalla coda lunga sono davvero adorabili e aggiungono un tocco di vivacità alla foresta pluviale.

Oltre alla sua bellezza mozzafiato, il Rio Celeste è avvolto da una leggenda affascinante che si tramanda di generazione in generazione.

Si narra che gli dèi, vedendo la bellezza della terra, abbiano deciso di lasciare una traccia indelebile della loro presenza colorando le acque del fiume di un azzurro celeste così vibrante da sembrare dipinto da una mano divina. 🌊
Altri invece sostengono che il colore è il risultato di una reazione chimica tra i minerali presenti nelle acque del fiume.🏞️
Ma la leggenda più nota è quella che racconta che, quando Dio creò il cielo, lavò il pennello nelle limpide acque cristalline del Rio Celeste, regalandogli così quel colore celeste così unico e incantevole. 🎨

Queste leggende, con il loro tocco di magia e poesia, catturano l’immaginazione e aggiungono ulteriore fascino alla bellezza naturale di questo luogo incantato.

Ora ragazzi! Se volete immergervi nella bellezza mozzafiato del Rio Celeste, non perdete l’occasione di guardare questo piccolo video che abbiamo registrato durante la nostra escursione. Cattura perfettamente l’atmosfera magica di questo luogo incantato. Date un’occhiata e preparatevi a rimanere incantati! 🌟

Durante il nostro fantastico viaggio in Costa Rica insieme alla mia amica Cris, abbiamo seguito un itinerario indimenticabile!
Se siete curiosi di conoscere tutti i dettagli dell’avventura che abbiamo vissuto, nel suo articolo troverete ogni singolo dettaglio del nostro esplorare il Costa Rica.
Se avete due settimane di tempo libero e siete interessati a scoprire le meraviglie della Costa Rica e il magico Rio Celeste, non perdete l’occasione di dare un’occhiata! Cliccate qui: Due settimane fai da te di “pura vida” in Costa Rica 🌴✨

Grazie per avermi accompagnato in questa avventura!

Mi piacerebbe sapere se avete mai vissuto un’esperienza avventurosa o se il Rio Celeste vi ha ispirato a pianificare un viaggio simile, pieno di emozioni! Fatecelo sapere nei commenti! 🌟


Non vedo l’ora di condividere con voi la prossima tappa di un mio viaggio attraverso il mondo nel mio trolley.🌍✨

Chamois
Chamois: incantevole borgo senza auto tra le Alpi

Oggi nella rubrica “Il Mondo nel Mio Trolley“, vi porterò alla scoperta di un incantevole paesino tra le alte vette della Valle D’Aosta: Chamois!

Chamois è un gioiello nascosto situato nella magnifica regione della Valle d’Aosta, a 1.815 metri di altitudine incorniciata dalle imponenti Alpi della Valtournanche.

Questo incantevole borgo montano, noto anche come il “paese senza auto”, offre un’esperienza unica e indimenticabile per chiunque voglia immergersi nella bellezza incontaminata della natura alpina.

Come si fa ad arrivare in questo paradiso senza auto?

La risposta è semplice: basta prendere una pittoresca funivia che parte dalla valle sottostante e ti porta direttamente nel cuore del villaggio, sorvolando la Valtournenche a un’altezza di 250 metri dal suolo.
La funivia Buisson-Chamois è aperta tutto l’anno e offre una vista mozzafiato sulle montagne circostanti, lasciandoti senza fiato e se sei fortunato puoi anche avvistare dei camosci che saltellano qua e là!

Una volta arrivati a destinazione, ti troverai immerso in un’atmosfera di tranquillità e serenità.
Le strette stradine acciottolate e le pittoresche case di pietra e legno ti faranno sentire come se fossi entrato in una fiaba alpina.

Sono stata qui quando avevo solo 4 anni!

Ricordo ancora le giornate trascorse a giocare sulla neve, a costruire pupazzi di neve e a fare scivolate divertentissime!
È stato anche il mio primo viaggio in funivia, un’esperienza emozionante che ha reso tutto ancora più speciale, così come la mia avventura sulla seggiovia che mi ha portato sulle piste da sci e sul lago ghiacciato, il suggestivo Lago Lod.

Durante l’inverno, il paesaggio sembra incantato tra il ghiaccio e la neve, con i pini che aggiungono un tocco magico al tutto.

Al Lago Lod c’è un’area dove si gioca con bob e slitte, mentre durante l’estate la seggiovia trasporta mountain bike e il percorso da sci si trasforma in un entusiasmante percorso per biciclette! È un posto davvero speciale che ha lasciato un’impronta indelebile nei miei ricordi. 🎿🚠🏞️

Il clima qui è davvero fresco e rinfrescante! In estate, puoi goderti giornate piacevoli e fresche, mentre d’inverno la neve trasforma il paesaggio in un magico paradiso bianco! 🌨️❄️

La flora qui è ricca e variegata, con prati fioriti e boschi di conifere che creano uno spettacolo mozzafiato! Quanto alla fauna, puoi incontrare simpatici scoiattoli, marmotte curiose e anche qualche camoscio che salta tra le rocce! 🌲🐿️

A Chamois, l’avventura è sempre dietro l’angolo! Puoi intraprendere escursioni mozzafiato tra le maestose montagne circostanti, immergendoti nella bellezza selvaggia e incontaminata della natura alpina.
I sentieri panoramici sono perfetti per un’emozionante avventura in mountain bike, offrendo viste mozzafiato su paesaggi alpini unici al mondo.

E sì, durante l’inverno, le piste da sci offrono un’ampia varietà di percorsi e perché non fare una bella ciaspolata al tramonto? permettendoti di esplorare la magia della neve fresca e cristallina.

Chamois, incarna l’armonia tra natura e sostenibilità, dove il viaggio in funivia rivela non solo un luogo, ma un’esperienza indimenticabile di bellezza e tranquillità. 🚠🏔️

Non perdete l’opportunità di vivere un’avventura unica e scoprire i segreti di Chamois! Cliccate qui per guardare il video che vi porterà in un viaggio emozionante: Chamois un gioiello nascosto tra le Alpi e per rispondere a tutte le vostre domande su questo paese senza auto, non dimenticate di dare un’occhiata a questo video: DOMANDE nel PAESE senza AUTO. Avventuratevi ora e lasciatevi sorprendere!

Vi siete mai avventurati in un luogo senza auto come Chamois? Quali sono le vostre esperienze e impressioni? Condividetele nei commenti qui sotto! 🚠🏔️

Quindi amici, preparatevi per un’avventura indimenticabile!

Lasciate le vostre auto a valle e salite a bordo della funivia, per un viaggio indimenticabile per esplorare questo tesoro nascosto delle Alpi italiane, dove le auto sono bandite, ma l’emozione è garantita! 🚠🏔️

Carnevale di Ivrea
Il carnevale di Ivrea: una festa magica e storica

Come vi avevo accennato nel mio articolo “Gennaio magico: befana, carnevale e sogni da coltivare“, oggi voglio raccontarvi di un’altra avventura magica: il Carnevale di Ivrea. La mia città si prepara a brillare con il suo speciale e unico carnevale nella mia rubrica “Il mondo nel mio trolley“.

Se vi state chiedendo dove si trovi Ivrea, sappiate che è ai piedi delle Alpi, in una posizione mozzafiato lungo le rive del fiume Dora Baltea.
La città è circondata da colline e montagne, offrendo un paesaggio che sembra uscito da una fiaba. E non dimentichiamoci dei vigneti e dei frutteti tipici della regione piemontese!

Ivrea ha una storia antica e piena di avventure. Nei tempi dei Romani, era chiamata Eporedia. Nel Medioevo, diventò un centro commerciale importante e la sede di un vescovato. Un momento super importante fu quando diventò la capitale del Regno d’Italia sotto il re Arduino nel X secolo.

Secondo la poesia di Giosuè Carducci intitolata “Piemonte”, Ivrea è descritta come “la bella” con le sue “rosse torri”, che si riflettono nei sogni sulla Dora cerulea. Quindi, immaginate una città con torri rosse e un fiume magico che ispira sogni! L’ombra del re Arduino, un sovrano del X secolo, rende l’atmosfera davvero speciale.

Il Carnevale di Ivrea ha una storia che risale al Medioevo. Una leggenda fantastica! Parla di Violetta, figlia del mugnaio, che guidò il popolo contro un tiranno brutale. La sua ribellione e il suo gesto eroico sono ancora celebrati durante le festività carnevalesche, rendendo questa festa ancora più magica e significativa.

E ora, ragazzi, entriamo nel cuore della leggenda del Carnevale di Ivrea: la storia mozzafiato della mugnaia! Come una vera e propria Giuditta, la mugnaia ha messo fine al regno del tiranno in modo davvero straordinario.
La Canzone del Carnevale ci racconta che, ubriacando il cattivo durante il sonno, Violetta gli ha tagliato la testa, dando così inizio a una rivolta popolare e alla demolizione del maniero del tiranno.

La tradizione ha premiato Violetta con l’appellativo di “vezzosa” per sottolinearne la sua grazia e leggiadria femminile. Vestita di bianco, simbolo di fedeltà e purezza, ogni anno una cittadina di Ivrea diversa ha l’onore di impersonare questa eroina proprio come Violetta.

Durante la sfilata del corteo, il momento più emozionante per gli abitanti di Ivrea è quando passa la Mugnaia. Applausi e grida di evviva risuonano mentre la sposa eporediese, vestita di bianco, sfila su un cocchio dorato. La sua veste lunga di lana bianca, con una fascia verde di seta, è abbellita da una coccarda rossa con i simboli del carnevale. Una mantella di ermellino copre le sue spalle, e il berretto frigio di colore rosso a forma di calza le scende su un lato del viso.

Accanto a lei sul carro, ci sono damigelle, paggi e attendenti che la aiutano a distribuire caramelle e rametti di mimosa al pubblico entusiasta.

Prima del carro della Mugnaia, sfilano gli Alfieri con le antiche bandiere dei rioni, seguiti dal corteo a cavallo guidato dal Generale. Gli ufficiali dello Stato Maggiore e le Vivandiere, vestiti con le divise blu e rosse dell’esercito napoleonico, si uniscono al corteo.
Non possiamo dimenticare il Sostituto Gran Cancelliere, che indossa un elegante costume nero con parrucca e tricorno, tenendo il “Libro dei Verbali”.

Un ruolo importante è riservato agli Abbà, giovani partecipanti al carnevale vestiti in stile medievale, con piccole sciabole e arance infilzate, simbolo della testa del tiranno mozzata.
La Scorta d’Onore, con la verde divisa del “Primo Battaglione Cacciatori” ai tempi della Repubblica Cisalpina, chiude il colorato e affascinante corteo.

E così, ragazzi, il Carnevale di Ivrea ci regala non solo una fantastica battaglia di arance, ma anche un corteo pieno di personaggi straordinari!

Senza la musica, il Carnevale di Ivrea non sarebbe altrettanto magico! Durante la sfilata del corteo storico, è la banda municipale che intona “La Canzone del Carnevale”, l’inno ufficiale della festa che celebra la rivolta popolare contro il tiranno.

Se vuoi sentire la canzone del Carnevale, dai un’occhiata al video qui sotto con le riprese dall’alto di Ivrea. È davvero una chicca trovata sul web! 😉


Ma l’anima musicale della festa è affidata soprattutto alla Banda dei Pifferi e Tamburi.
Vestiti con giubbe rosse e pantaloni verdi, marciano in testa al corteo storico, suonando melodie sette-ottocentesche con pifferi di legno e tamburi, creando un’atmosfera gioiosa e coinvolgente.

E adesso, ragazzi, veniamo all’evento più epico del Carnevale di Ivrea: la Battaglia delle Arance! Questa è la parte in cui le persone si dividono in squadre e si scagliano arance a vicenda per rivivere la rivolta contro il tiranno in modo spettacolare ed epico.

Ogni squadra a piedi è composta da centinaia (a volte migliaia) di aranceri, uomini e donne, che si lanciano contro il carro cercando di colpire gli avversari. Vestiti con costumi colorati, campanelli alle caviglie e casacche semiaperte contenenti arance, essi sono senza protezione contro i colpi nemici. Fin da quando ero piccolina la mia squadra del cuore è quella dei diavoli! 😊

Ci sono diverse squadre, ognuna con il suo stile unico:

  • Asso di Picche (1947): rosso-blu con una picca, tira in piazza Ferruccio Nazionale (piazza di città).
  • Morte (1954): nera con teschio, tira in piazza Ferruccio Nazionale (piazza di città).
  • Tuchini del Borghetto (1964): verde con un corvo, tira in Borghetto.
  • Scacchi (1964): bianco-nero con una torre arancione, tira in piazza Ottinetti.
  • Pantera Nera (1966): nera con una pantera, tira in piazza del Rondolino.
  • Scorpioni d’Arduino (1966): gialla con scorpione, tira in piazza Ottinetti.
  • Diavoli (1973): giallo-rosso con diavolo, tira in piazza del Rondolino.
  • Mercenari (1974): granata con stella gialla con le spade granata, tira in piazza del Rondolino.
  • Credendari (1985): blu con palazzo e simboli, tira in piazza Freguglia.

I carri da getto, tirati da cavalli, trasportano gruppi di aranceri protetti da costumi imbottiti e maschere di cuoio con grate di ferro. La speciale commissione osserva attentamente la battaglia, premiando le squadre più coraggiose e leali durante i tre giorni di evento.

I cavalli, avvolti in pennacchi sonagli, sono veri e propri eroi silenziosi del Carnevale di Ivrea.
Rendono la festa ancora più spettacolare con la loro magnifica cavalcata, portando attraverso le strade della città personaggi cruciali come il generale, lo stato maggiore e gli aranceri sui carri da getto.
Sempre sotto l’attenzione attenta dei veterinari e della commissione del carnevale per garantirne il loro benessere, queste favolose pariglie e quadriglie ricevono premi insieme alle squadre e ai carri da getto.

Durante i giorni del Carnevale e quelli che lo precedono, ogni rione prepara pentoloni di fagiolata, un piatto ricco a base di fagioli grassi con cotiche e preti. Ma non è tutto! Le bevande tradizionali di quei giorni includono il vin brulè e il bombardino, perfetti per scaldare le giornate fredde di festa e aggiungere un tocco di calore alle celebrazioni.

A partire dal Giovedì Grasso, sia cittadini che visitatori indossano il berretto frigio come segno di partecipazione collettiva. Questo semplice gesto unisce le persone, creando un senso di comunità e appartenenza durante i giorni di festa.

E così, ragazzi, i cavalli, la fagiolata, le bevande calde, i simboli e le tradizioni fanno parte integrante di questa festa straordinaria. Spero che questa avventura nel Carnevale di Ivrea vi stia appassionando quanto me! 😊

Una delle manifestazioni rituali più interessanti, la Cerimonia della Preda in Dora. Il Podestà lancia simbolicamente un sasso nel fiume Dora Baltea dal ponte vecchio, proveniente dai ruderi del Castellazzo, ribadendo l’impegno della città a opporsi a qualsiasi tirannia. Una tradizione che mescola storia e leggenda, ricordando le tirannidi abbattute e le vittorie popolari.

C’è un segreto speciale che rende tutto ancora più intrigante: il nome della Mugnaia, Violetta, è custodito gelosamente fino al sabato sera.

Immagina solo quanto sia emozionante aspettare che questo mistero venga finalmente svelato! E sai cosa succede nel momento magico del sabato sera? La vezzosa mugnaia viene ufficialmente presentata dal terrazzo del Comune in Piazza di Città. Ed è un vero spettacolo!

Chi la accompagna? Beh, ci sono il Generale, lo Stato Maggiore, le Vivandiere, gli Abba, il Gran Cancelliere, i pifferi, la banda musicale tutte le squadre degli aranceri e anche le Mugnaie degli anni precedenti, tutte vestite in borghese. Violetta sfila per le strade della città, e quando raggiunge la via del Lungo la Dora, ecco che inizia uno spettacolo di fuochi d’artificio – davvero magnifico – tutto dedicato a questa coraggiosa eroina.

Che emozione vedere Violetta, la nostra eroica Mugnaia, prendere il centro della scena in questo Sabato Segreto! 🎉

Ma c’è di più! Nella Battaglia delle Arance, le arance che volano in giro non sono quelle che trovate al supermercato. Spesso sono un po’ strane o non sono proprio quelle che puoi comprare. E sai cosa facciamo? Le raccogliamo dalle strade della città e le mettiamo nel compost. Questo è un modo fico di fare le cose, perché non sprecare è importante! E sai che profumo c’è in giro durante questi giorni di Carnevale? Tutto profuma di agrumi, aggiungendo un tocco festoso all’aria!

Ma aspettate, c’è di più ancora! Nel Carnevale di Ivrea, ci sono un sacco di cose da fare e vedere. Ci sono sfilate con carri fantastici, cerimonie speciali, spettacoli teatrali, eventi culturali e, naturalmente, la fantastica Battaglia delle Arance.

Ma occhio, le date e le cose che succedono possono cambiano di anno in anno, quindi è meglio dare un’occhiata al programma ufficiale per sapere tutto!

E se volete partecipare anche voi, date un’occhiata al link del programma di quest’anno! 😉

Programma carnevale d’Ivrea 2024

E ora, il gran finale! Innalzamento e abbruciamento degli “scarli,” che sono dei pali alti alti con sopra dell’erba secca. È come un rituale antico, con un po’ di magia e richiami alla fertilità.
Durante questo momento speciale, la città diventa silenziosa mentre un corteo va avanti per le strade. La musica è triste ma bella, con i pifferi che suonano la marcia funebre e il suono degli zoccoli del cavallo del generale che risuonano.
È un addio che fa venire le lacrime agli occhi, ma anche molto festoso. E sai perché? Perché è un appuntamento fisso, ogni anno ci vediamo di nuovo!

Il corteo gira per le strade, finché non arriva a Piazza Ottinetti. Qui, il Generale saluta gridando a gran voce “Arvèdze a Giòbia ‘n Bot,” che significa “Arrivederci a giovedì grasso.” Questo saluto è come una promessa che ci rivedremo l’anno prossimo per un altro Carnevale fantastico! 😊

Il Carnevale di Ivrea è come una grande festa che lascia il cuore pieno di ricordi dolci e il palato felice. Le leggende di Violetta, la Battaglia delle Arance, i carri e le squadre di aranceri rendono questa festa davvero speciale.
L’addio commovente al Martedì Grasso e il pranzo tradizionale di polenta e merluzzo al Mercoledì delle Ceneri sono momenti che rimangono impressi nella memoria di chi ha la fortuna di partecipare.

Il Carnevale di Ivrea va oltre essere solo una festa. È una celebrazione che unisce storia, tradizione e allegria in un evento straordinario. Ogni anno, la città si anima di colori, profumi, suoni e storie che ci fanno sentire come se tornassimo indietro nel tempo, aprendo una finestra affascinante sulla storia di Ivrea e del suo popolo coraggioso.

Questo carnevale e veramente incredibile, attrae gente da tutto il mondo, rendendo il Carnevale di Ivrea davvero unico e indimenticabile.

Se volete saperne di più sul Carnevale, ecco il link alla guida ufficiale: Guida Ufficiale del Carnevale di Ivrea.

Ah…dimenticavo… guarda che oggi c’è il rischio di diventare bersaglio di “aranciate” se ti presenti al Carnevale di Ivrea senza il tuo fantastico berretto frigio! Quindi, se per caso capiti in zona durante il Carnevale e non vuoi finire con una squisita spremuta sulla testa, non dimenticare di metterlo in testa 😉🍊

Vi saluto con un mio breve video della battaglia delle arance della mia super squadra… I diavoli 😀🍊

Il mondo nel mio trolley
Cuore di viaggiatrice : il mondo nel mio trolley

Oggi sono entusiasta di condividere con voi il mio primo articolo della rubrica “Il mondo nel mio trolley”. Questo spazio speciale è dedicato a raccontare delle mie avventure, delle mete che ho esplorato e che mi piacerebbe esplorare in giro per il mondo, e di come il mio affidabile trolley si trasformi in un compagno di viaggio davvero magico.

Prima di intraprendere un viaggio, è essenziale organizzare il nostro trolley in modo funzionale, come ho spiegato nel mio articolo: come preparare un bagaglio a mano perfetto.
Ovunque decida di andare, non riempio il mio trolley di oggetti noiosi, ma solo di cose speciali che mi fanno sorridere e che richiamano alla mente posti fantastici che ho visitato. Il mio trolley, seppur piccolo, è magico, quasi come se potesse contenere un mondo intero dentro di sé.

Preferisco portare con me nel mio trolley i ricordi più piccoli ma speciali. Ad esempio, una collana fatta a mano da una bambina in un piccolo villaggio e una maglietta colorata presa in un mercatino locale. Sono come pezzi di un puzzle magico che si uniscono ogni volta che apro il mio trolley.

Il mio trolley è come un supereroe pronto per ogni avventura. Indipendentemente se percorro strade polverose o esploro foreste misteriose, il mio trolley è sempre pronto.
Sembrerebbe avere una magia speciale che lo rende perfetto per qualsiasi situazione. E così, diventa parte integrante della mia avventura, un compagno di giochi fedele.

Ogni volta che mi avventuro in giro, scopro un sacco di nuove cose. Interagisco con persone diverse, assaggio cibi strani e imparo parole insolite nelle lingue locali. Il mio trolley funge da diario segreto, registrando tutte queste esperienze divertenti.

Al mio ritorno a casa, condivido storie incredibili che fanno ridere tutti, grazie alle situazioni buffe che ho imparato.

Quindi, ragazzi, il mio trolley magico è il mio fedele compagno di viaggio. Viaggiare leggeri e divertirsi un sacco è il mio segreto. Ogni viaggio rappresenta una nuova pagina di un libro gigante, e il mio trolley è la chiave che apre le porte di mondi fantastici.

Prima di salutarvi, voglio condividere video “short”, che troverete anche nel mio profilo K.Krysland su TikTok realizzato con il mio super amico di viaggio, che mi ha accompagnato in una delle avventure che vi racconterò la prossima volta 😉

Non vedo l’ora di raccontarvi quale sarà la prossima destinazione del mio trolley magico!

Bagaglio a mano
Come preparare un bagaglio a mano perfetto

È tempo di vacanza, per la mia rubrica Giocando con la creatività la noia se ne va, oggi desidero darti dei consigli utili su come preparare un bagaglio a mano ben organizzato che è fondamentale per viaggiare in modo pratico ed efficiente.

Con le restrizioni sul peso e le dimensioni imposte dalle compagnie aeree, è importante ottimizzare lo spazio disponibile e portare solo ciò di cui si ha effettivamente bisogno 😉

Bagaglio a mano

Prima di iniziare a preparare il tuo bagaglio a mano, informarti sulle restrizioni di peso e dimensioni imposte dalla compagnia aerea con cui voli.

Controlla attentamente i requisiti per il bagaglio a mano per evitare problemi al momento dell’imbarco. Assicurati di essere consapevole delle regole sui liquidi, sugli oggetti vietati e sulle dimensioni del bagaglio consentite.

Ora siamo pronti per iniziare a preparare il nostro bagaglio…
Bagaglio a mano

Fai una lista degli oggetti essenziali:

Prima di iniziare a impacchettare, crea una lista degli oggetti essenziali che vuoi portare con te durante il viaggio come: abbigliamento adatto al clima, articoli per l’igiene personale, documenti di viaggio e dispositivi elettronici.

Pensaci attentamente e cerca di includere solo ciò di cui hai veramente bisogno. Pianifica il tuo abbigliamento in base alla durata del viaggio, alle attività che prevedi di fare e alle condizioni climatiche.

La mia amica Cris, quando devo preparare il mio trolley, mi dice sempre ricordarti la regola del 5-4-3-2-1!

Non la conoscete? Allora ve la spiego io…😊

La regola del 5-4-3-2-1 significa nel portare 5 paia di calzini e biancheria intima a testa (compresi reggiseni), 4 top o polo o t-shirt (oppure felpe e maglioni, dipende dalla destinazione), 3 pantaloni, 2 paia di scarpe e 1 accessorio (ad es. cappello).

Ovviamente bisogna modificare gli articoli in base al luogo di destinazione, per esempio, se si va in una località di mare, probabilmente si starà la maggior parte del tempo con sandali e si possono eliminare qualche paio di calzini e aggiungere pantaloni corti o gonne, in questo caso non dimenticare il costume da bagno 😉

Ottimizza lo spazio:

Per ridurre al minimo le pieghe e risparmiare spazio, utilizza la tecnica di arrotolamento degli indumenti. Arrotola t-shirt, pantaloni e vestiti leggeri anziché piegarli.

Questo permette di ridurre lo spazio occupato e aiuta a mantenere l’ordine all’interno del bagaglio.

Sfrutta gli spazi vuoti all’interno delle scarpe o degli accessori per riporre oggetti più piccoli per esempio come i calzini😉

Limita i liquidi:

ricordati di rispettare le regole sui liquidi dell’aeroporto. Metti i liquidi in contenitori da 100 ml o meno e mettili in una borsa trasparente richiesta.

Considera che puoi utilizzare prodotti solidi o campioncini di prodotti per ridurre la quantità di liquidi da trasportare.

Kit di primo soccorso:

Un’altra cosa importante e avere con se un piccolo kit di pronto soccorso con cerotti, salviette disinfettanti, fermenti lattici, amuchina, antidolorifici per le necessità personali, repellente per insetti, il foil, fenistil o gentalyn (pomate per punture d’insetti, ragni, meduse) e soprattutto non dimenticatevi medicinali salvavita personali!

Documenti importanti:

Assicurati di avere i documenti importanti come il passaporto, le carte d’imbarco, le prenotazioni alloggio e i documenti di viaggio a portata di mano.

Utilizza una tasca esterna o un organizer dedicato per tenerli facilmente accessibili e sicuri durante il viaggio.

Un consiglio che vi posso dare e quello di fare una copia del documento personale tipo il passaporto e tenerlo separato dal documento in caso di perdita avrai con te la copia che sarà utile.

Preparare un bagaglio a mano ben organizzato richiede un po’ di pianificazione e attenzione ai dettagli.

Ricorda di tenere sempre in mente la praticità e l’essenzialità degli oggetti che porti con te, in modo da goderti al massimo il tuo viaggio.

Non mi resta che augurarvi buone vacanze!

Ciao, ci sentiamo presto!

it_ITItalian