Bagaglio a mano
Come preparare un bagaglio a mano perfetto

Ormai è tempo di vacanza e preparare il bagaglio a mano ben organizzato. Un bagaglio funzionale è fondamentale per un viaggio senza intoppi e senza stress…

È tempo di vacanza, per la mia rubrica Giocando con la creatività la noia se ne va, oggi desidero darti dei consigli utili su come preparare un bagaglio a mano ben organizzato che è fondamentale per viaggiare in modo pratico ed efficiente.

Con le restrizioni sul peso e le dimensioni imposte dalle compagnie aeree, è importante ottimizzare lo spazio disponibile e portare solo ciò di cui si ha effettivamente bisogno 😉

Bagaglio a mano

Prima di iniziare a preparare il tuo bagaglio a mano, informarti sulle restrizioni di peso e dimensioni imposte dalla compagnia aerea con cui voli.

Controlla attentamente i requisiti per il bagaglio a mano per evitare problemi al momento dell’imbarco. Assicurati di essere consapevole delle regole sui liquidi, sugli oggetti vietati e sulle dimensioni del bagaglio consentite.

Ora siamo pronti per iniziare a preparare il nostro bagaglio…
Bagaglio a mano

Fai una lista degli oggetti essenziali:

Prima di iniziare a impacchettare, crea una lista degli oggetti essenziali che vuoi portare con te durante il viaggio come: abbigliamento adatto al clima, articoli per l’igiene personale, documenti di viaggio e dispositivi elettronici.

Pensaci attentamente e cerca di includere solo ciò di cui hai veramente bisogno. Pianifica il tuo abbigliamento in base alla durata del viaggio, alle attività che prevedi di fare e alle condizioni climatiche.

La mia amica Cris, quando devo preparare il mio trolley, mi dice sempre ricordarti la regola del 5-4-3-2-1!

Non la conoscete? Allora ve la spiego io…😊

La regola del 5-4-3-2-1 significa nel portare 5 paia di calzini e biancheria intima a testa (compresi reggiseni), 4 top o polo o t-shirt (oppure felpe e maglioni, dipende dalla destinazione), 3 pantaloni, 2 paia di scarpe e 1 accessorio (ad es. cappello).

Ovviamente bisogna modificare gli articoli in base al luogo di destinazione, per esempio, se si va in una località di mare, probabilmente si starà la maggior parte del tempo con sandali e si possono eliminare qualche paio di calzini e aggiungere pantaloni corti o gonne, in questo caso non dimenticare il costume da bagno 😉

Ottimizza lo spazio:

Per ridurre al minimo le pieghe e risparmiare spazio, utilizza la tecnica di arrotolamento degli indumenti. Arrotola t-shirt, pantaloni e vestiti leggeri anziché piegarli.

Questo permette di ridurre lo spazio occupato e aiuta a mantenere l’ordine all’interno del bagaglio.

Sfrutta gli spazi vuoti all’interno delle scarpe o degli accessori per riporre oggetti più piccoli per esempio come i calzini😉

Limita i liquidi:

ricordati di rispettare le regole sui liquidi dell’aeroporto. Metti i liquidi in contenitori da 100 ml o meno e mettili in una borsa trasparente richiesta.

Considera che puoi utilizzare prodotti solidi o campioncini di prodotti per ridurre la quantità di liquidi da trasportare.

Kit di primo soccorso:

Un’altra cosa importante e avere con se un piccolo kit di pronto soccorso con cerotti, salviette disinfettanti, fermenti lattici, amuchina, antidolorifici per le necessità personali, repellente per insetti, il foil, fenistil o gentalyn (pomate per punture d’insetti, ragni, meduse) e soprattutto non dimenticatevi medicinali salvavita personali!

Documenti importanti:

Assicurati di avere i documenti importanti come il passaporto, le carte d’imbarco, le prenotazioni alloggio e i documenti di viaggio a portata di mano.

Utilizza una tasca esterna o un organizer dedicato per tenerli facilmente accessibili e sicuri durante il viaggio.

Un consiglio che vi posso dare e quello di fare una copia del documento personale tipo il passaporto e tenerlo separato dal documento in caso di perdita avrai con te la copia che sarà utile.

Preparare un bagaglio a mano ben organizzato richiede un po’ di pianificazione e attenzione ai dettagli.

Ricorda di tenere sempre in mente la praticità e l’essenzialità degli oggetti che porti con te, in modo da goderti al massimo il tuo viaggio.

Non mi resta che augurarvi buone vacanze!

Ciao, ci sentiamo presto!

Santa Pasqua
Pasqua: come realizzare un pensierino fai da te

La Pasqua è da sempre definita una “festa mobile”, questo perché, come sappiamo, la data in cui si festeggia cambia ogni anno. La data di questa festività è legata al ciclo lunare.

La Pasqua è da considerare la festa più importante per la religione Cristiana.

In Italia il nome di Pasqua è di origine ebraica che significa letteralmente “passaggio”. Parola usata nella Pasqua Cristiana riferendosi al passaggio di Gesù dalla morte alla vita.

Tempo di lettura 1 minuto

La parola Pasqua viene anche usata nella Pasqua Ebraica proprio per indicare il passaggio di Mosè dal Mar Rosso.

In inglese questa festività viene indicata con il termine Easter. Il nome deriva da una divinità germanica chiamata Eostre che era la Dea protettrice delle uova e dei conigli. Da questo i due elementi sono diventati dei simboli tradizionali della festa.

Come ogni anno, si pensa a cosa poter regalare in alternativa al classico uovo di cioccolato o i dolci tipici come la colomba pasquale e oggi vi propongo per la mia rubrica Giocando con la creatività la noia se ne va un lavoretto fai da te carino e semplice da realizzare 😊

Materiale utilizzato

  • Bicchieri di carta colorati
  • Scovolini
  • Colla a caldo
  • Carta velina colorata
  • Ovetti di cioccolato

Per la realizzazione vi posto un video sulla realizzazione che potete trovare anche nel mio profilo Tiktok. Vi lascio il codice QR: seguitemi!

Se volete fare una gita fuori porta per il lunedì di Pasquetta, vi suggerisco di andare a cercare i mostri nel parco di Bomarzo, lo scorso anno io mi sono tanto divertita!

Ci sentiamo presto e buona Santa Pasqua a tutti!

Ciao!

Festa del Papà
Festa del Papà: un pensierino fai da te

Il giorno della Festa del Papà in Italia, e in molti paesi cattolici, viene celebrato il 19 marzo, il giorno di San Giuseppe.

Forse non tutti sanno che la Festa del Papà viene, sì celebrata in quasi tutto il mondo, ma ogni Paese la celebra in base alla sua storia e alle sue tradizioni.

Per questo non esiste un’unica data condivisa in cui viene festeggiata, per esempio in Francia, negli Stati Uniti d’America e in Inghilterra la ricorrenza viene celebrata la terza domenica di giugno.

tempo di lettura 1 minuto

Come per tantissime altre festività e ricorrenze, in Italia anche la Festa del Papà viene celebrata con dolci e prelibatezze che variano di regione in regione.

I dolci più famosi, e diffusi da nord a sud, sono i bignè di San Giuseppe, piccoli dolci fritti ripieni di crema pasticcera e cosparsi di zucchero a velo.

In Toscana si preparano le frittelle di riso di San Giuseppe, mentre a Napoli le zeppole di San Giuseppe con abbondante crema pasticceria, anche se in origine venivano preparate proprio per la Festa del Papà, oggi si possono gustare in ogni periodo dell’anno.

Per la mia rubrica giocando con la creatività la noia se ne va , vi posto il mio video, che potete anche trovare sul mio profilo TikTok (@k.krisland), su come fare un piccolo pensiero per il vostro papà.

Materiale utilizzato:

  • N. 1 foglio bianco quadrato
  • N. 1 cartoncino rosso
  • N. 1 cartoncino nero
  • Colla a stick
  • Pennarelli
  • Forbici

Se a questo bel bigliettino volete aggiungere un regalino, la mia amica Cris, nel suo articolo vi suggerisce qualche idea carina su cosa regalare al vostro papà. Vi lascio il link 😉https://ingiroingiro.it/10-regali-perfetti-per-il-papa-giramondo

Prima di salutarvi auguro una straordinaria Festa del Papà a tutti i Papà del mondo!

Ciao, ci sentiamo presto!

Un simpatico bigliettino di Natale fai da te

Materiale utilizzato:

  • 1 cartoncino colorato
  • 1 fiocchetto di raso
  • Delle paillettes colorate oppure dei brillantini oppure dei coriandoli
  • Un foglio di plastica trasparente oppure una bustina trasparente
  • Colla a caldo e colla a stick
  • Forbici
  • Taglierino
  • Pennarello
  • Matita
  • Bicchiere
  • Stickers a forma di stella o di albero di Natale
  • Adesivo con sfondo trasparente a tema natalizio

Prima di tutto ho scelto il colore del cartoncino e poi l’ho piegato in due parti uguali.

Ho poi utilizzato un bicchiere per disegnare un cerchio nella parte davanti del cartoncino centrandolo come più mi piaceva.

Poi, con un taglierino ho inciso il cartoncino seguendo il cerchio disegnato così da ottenere un buco a forma di cerchio. Vi raccomando, prima di incidere con il taglierino mettete un piano di legno sotto così da evitare di rovinare il tavolo 😉

Dopodiché ho preso una bustina trasparente e ho ritagliato due quadrati grandi uguali tra loro ma più grandi del cerchio fatto sul cartoncino. Poi ho aperto il cartoncino ed ho incollato uno dei due quadrati trasparenti con la colla a caldo facendo attenzione a lasciare il bordo del quadrato all’esterno del cerchio e facendo attenzione affinché la colla a caldo rimanesse nella parte non visibile all’esterno.

Nella parte interna del cerchio trasparente ho messo delle paillettes colorate (potete metterle del colore che più vi piace) ma, se non le avete, potete utilizzare anche dei brillantini o dei coriandoli. Una volta messe al centro del cerchio ho incollato anche il secondo quadrato trasparente così da bloccare le paillettes all’interno dell’area trasparente.

Con un pennarello ho poi disegnato una linea che va dalla parte superiore del cartoncino fino ad arrivare al cerchio, poi ho fatto anche una linea tutto attorno al cerchio così da delineare la figura.

Infine, ho fatto un fiocchetto con del nastro colorato e l’ho incollato sulla parte centrale superiore del cerchio creando così una simpatica pallina di Natale.

Per concludere ho abbellito il bigliettino attaccando delle stelline colorate e scrivendo Merry Christmas.

Se volete, potete abbellire ulteriormente il bigliettino, attaccando nella parte trasparente un adesivo con sfondo trasparente a tema natalizio; io ho deciso di inserire un simpatico pupazzo di neve che pattina 😉

Ed ecco che il bigliettino è finito! 🙂

Vi piace? 

Ciao, ci sentiamo presto!

Calendario dell’Avvento fai da te

Vi propongo come fare un simpatico calendario dell’Avvento

Ciao amici della tribù di Krysland

Da oggi inizierò a raccontarvi e proporvi delle idee carine su alcuni “lavoretti” creativi che nel tempo libero mi piace fare.

Prima di svelarvi un’idea su come creare un calendario dell’Avvento carino, facile da realizzare e magari da regalare a qualche vostra amichetta, vi racconto qualche curiosità proprio su questa tradizione del calendario dell’Avvento.

Il calendario dell’Avvento fu inventato nel 1908 da Gerhard Lang, un editore protestante originario di Maulbronn (Germania).

A quei tempi in Germania c’era già l’usanza di aspettare la nascita di Gesù facendo 24 piccoli pacchettini da scartare, ogni giorno a partire dal 1° dicembre fino al giorno di Natale. Ma Gerhard Lang fece qualcosa di diverso: preparò un calendario con dei disegni e delle finestrelle dove all’interno spuntavano angeli o piccoli Gesù bambino da ritagliare o assemblare. Solo successivamente si arrivò a inserire dolcetti e cioccolatini.

E ora veniamo al mio calendario dell’Avvento.

Ho deciso di creare il calendario dell’Avvento con del materiale di riciclo e all’interno oltre al consueto cioccolatino ho deciso di inserire una sorpresina che, man mano che i giorni passano, si assembla diventando un vero e proprio gioiellino. Questo calendario l’ho creato per le mie amichette Viola e Olivia che vivono in Toscana così il giorno di Natale avranno un pensierino da parte mia visto che io non potrò vederle a causa della distanza che ci separa 🙂

Elenco del materiale che ho usato

  • 24 Capsule del caffè usate (lavate e asciugate)
  • Pennarelli
  • Gomma Eva di colore bianco e rosso
  • Cartoncino spesso
  • Colla a caldo
  • Cioccolatini
  • Regalini 😉

Realizzazione

Prima di tutto, con mia mamma, abbiamo comprato dei cioccolatini, delle caramelle e alcune sorpresine che desideravo potessero assemblare nel corso dei giorni.

Io ho deciso di mettere all’interno delle piccole caramelle e tutto il necessario per arrivare a realizzare un braccialetto con dei ciondoli, ma potete optare per qualsiasi cosa o addirittura farlo solo ed esclusivamente con dei cioccolatini di vari gusti e colori 🙂

La prima cosa che ho fatto è stato svuotare, lavare e rimuovere la parte di alluminio delle capsule del caffè.

Poi ho preso la gomma Eva e ho disegnato dei cerchi usando la capsula del caffè e una matita, poi li ho ritagliati e quando sono arrivata ad averne 24 mi sono fermata perchè questi cerchi li userò come coperchio delle capsule dove all’interno andrò a mettere i cioccolatini, le caramelle e i vari pezzi che compongono il braccialetto.

Su ogni cerchio, con i pennarelli, ho disegnato un numero (da 1 a 24) e poi li ho abbelliti con dei disegni di fantasia.

All’interno di ogni capsula ho messo qualcosa di diverso, ad esempio nel numero uno (il 1° dicembre) ho messo un cioccolatino, nel numero due il primo pezzo del braccialetto, attenzione perché se fate il braccialetto come ho fatto io, dovete ricordarvi di inserire i vari pezzi con un senso per l’assemblaggio quindi, prima dei ciondoli dovete mettete la vite e il braccialetto cosicché man mano che verranno scartati i ciondoli, questi potranno essere assemblati senza correre il rischio che vengano persi.

Una volta decisa la sequenza tra cioccolatini e pezzi del braccialetto, ho potuto chiudere la cialda con i coperchi numerati preparati in precedenza.

Infine ho chiuso tutte le capsule, le ho ordinate e incollate su di un cartoncino sistemandolo a forma di albero di Natale e l’ho abbellito usando la mia fantasia.

Ovviamente potete sistemare le capsule come più vi piace: a forma di stella ad esempio, oppure legarle con dello spago su una canna di bambù. Insomma, usate la vostra fantasia come più vi ispira in modo che il risultato vi piaccia!

Et voilà…

Ecco il risultato 🙂 il mio calendario dell’Avvento è pronto!

Ci sentiamo presto, ciao!

it_ITItalian